News e Segnalazioni

Storie di spazi. La Scuola di Architettura per Bambini

Una della più grandi gioie del viaggiare e anche della vita è imbattersi in qualcosa di inaspettato e così meravigliosamente sconvolgente, nel mezzo di quello che appare un luogo desolato; cambia completamente l’idea di ciò che è possibile.

Così viene descritta Farm Cultural Park da Vesna Maric sulla famosa guida Lonely Planet, ed è l’esatta sensazione che si ha visitando i sette cortili, almeno quella che ho avuto io la prima volta.

Un centro culturale innovativo, una galleria d’arte contemporanea che ospita i maggiori artisti emergenti del panorama internazionale, ma che è soprattutto un incubatore di innovazione sociale che ascolta le idee e le proposte dal territorio e da ogni parte del mondo. Da allora seguo sempre l’evoluzione di questo “miracolo siciliano” e scopro che proprio a Favara un piccolo centro dell’entroterra siciliano nasce Sou, la Scuola di architettura per bambini.

Non mi sorprende vista la grande attenzione di Farm alle nuove generazioni.

“Abbiamo deciso di ripartire dal futuro. I nostri bambini. Desideriamo farli crescere in mezzo alla bellezza, raccontandogli dei veri valori universali: dell’amore, la pace, la libertà, l’uguaglianza, la solidarietà, il rispetto, l’impegno sociale ma anche dei valori meno condivisi come l’importanza della creatività, la prevalenza del concetto di “buon senso “ a quello formale di legalità, della libertà di espressione piuttosto che la rigidità dei protocolli, del valore della disobbedienza contro le ingiustizie. Perché solo investendo nelle future generazioni potremo domani avere cittadini più liberi, etici e generosi.”

Si riparte dal futuro insomma trasferendo questi valori universali in attività educative, legate all’urbanistica, all’architettura e all’ambiente, alla costruzione di Comunità, ma anche all’arte, al design, all’agricoltura urbana, e all’educazione alimentare.

L’allestimento é stato realizzato da Salvator-John A.Liotta attraverso delle piccole casette da usare come banchi e ambienti di studio e attività per bambini. Alle pareti una narrazione grafica realizzata da Maria Pia Bartoli Felter. Nell’aula video una pedana colorata fa al tempo stesso da tribuna e da dispositivo ludico. Uno spazio importante è stato dedicato a un orto, realizzato con la collaborazione di Charles M. Yurgalevitch, direttore della scuola di Orticultura di New York.

Simona (G)

Simona (G)

Io sono Simona, aspirante perfezionista, a tratti buffa e disordinata cronica.
Amo il mare, le cose che vibrano e le persone che sanno vedere. La corsa come infallibile psicoterapia e la natura per non perdersi.
Appassionata di design e di tutte le cose belle che fanno bene al cuore.
Simona (G)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *